domenica 17 novembre 2013

Bacchetta magica

Certe giornate partono giuste. La luce, il colore, la temperatura.
Vuoi un caffè?
Ecco una pasticceria con tavolini bianchi all'aperto, in un ritaglio d'erba nuova.
Vuoi scattare una foto?
Ecco un melograno carico di frutti rossi, davanti ad una finestrina azzurra, che pare debba affacciarsi Pinocchio.
Vuoi pranzare?
Ecco una casa bellissima e vuota: puoi inventarla tu. Due sedie recuperate nella cantina di un'amica, un vecchio tavolo smontato da mettere in piedi.
Mozzarella di bufala e prosciutto crudo su una tovaglia improvvisata con la carta igienica.
Vuoi sorridere?
Guarda, è tutto qui.

13 commenti:

  1. il sole ... come cambia le prospettive :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei...sei...sei...
      Ma tanto tu sai, quindi ti lascio dire :D

      Elimina
  2. Le cose improvvisate e spontanee sono le migliori. Altro che party organizzato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto. La vita (dovrebbe essere) una cosa semplice da attraversare...

      Elimina
  3. La voglio, la voglio la tua bacchetta magica! Ieri ho sbirciato un po' i tuoi album di foto... Oltre alle parole, anche le tue immagini sono meraviglia pura!
    Buona settimana cara...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!!!
      Fotografare è un po' come ritagliare: scegli cosa vedere...
      Ti abbraccio ragazza del sud <3

      Elimina
  4. Quando è l'anima ad essere serena, tutto viene da sé.
    Bacini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che geneticamente sono un po' nuvolosa.
      Ma vorrei tendere al sereno :)
      E tu? Stai bene?

      Elimina
  5. Una domenica bestiale,direi ! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del tipo: "ogni tanto mangio un fiore"? :D

      Elimina
  6. Eh si, a voler guardare... scopriremmo che davvero è tutto qui! :)

    Baci a te cara maestra :)

    RispondiElimina
  7. Gioia...la tovaglia è elegantissima! Perfetta anche per la nostra famosa blogger cena. :))
    Ricordi? ;)

    RispondiElimina
  8. Tutto questo quando c'è il sereno e di conseguenza il sorriso.

    RispondiElimina