giovedì 28 novembre 2013

Testa fra le nuvole


Sono andata dalla parrucchiera, e come sempre sono incazzata. Perchè tocca sfoltire un paio di volte all'anno, ma:
  1. non concepisco di avere appuntamento alle 13.45 e di concludere l'opera alle 16.30. Esci ed è già buio.
  2. odio dire "Robi, mi raccomando, non tagliare troppo il ciuffo", e ritrovarmi con una frangetta ingestibile stile Sailor Moon.
  3. detesto i capelli alleggeriti, almeno per un paio di settimane. Danno quell'idea di vuoto.
  4. la Robi è un'amica, e con lei mi piace chiacchierare. Ma quando in negozio entra qualche altra conoscenza (spesso, mamme di ex alunni) e si innescano triangolazioni dialogiche sul tempo, l'inverno, il Natale, lo stress, le diete e gli uomini, allora davvero non reggo.
  5. trovo infine frustrante guardarmi allo specchio e dire "Robi, mi hai tagliato troppo", e sentirla serafica rispondere sempre allo stesso modo: "tra pochi giorni ti sono già cresciuti".
Detto questo, appena arrivata a casa ho tirato su la coda. In barba al taglio sopraffino.

Ieri sera, al corso di scrittura, osservavo le scarpe dei partecipanti. Si può evincere moltissimo dalle scarpe. Ho preso nota. 
Anfibi, polacchine all'inglese, ballerine con la zeppa, sneakers belle, sneakers sfigate, tronchetti con tacco, scarponcini, stivali classici, clarks.
In un buon 70% dei casi, la scarpa assomiglia al padrone. Un po' come il cane.
Per dire. 
Quella delle ballerine con la zeppa, ha proprio la faccia e la voce di una che le può portare.
Quello degli anfibi scrive strampalato bene. Ride con gli occhi e pieno di denti.
Quello delle clark indossa maglioncini a V ed ha fatto un filo di contestazione quando aveva vent'anni.
Allora, mentre consideravo tutto ciò, l'insegnante mi ha posto una domanda. E io non sapevo di cosa si stava parlando.
Ecco: l'allieva potrebbe far meglio, ma non si applica.

29 commenti:

  1. ahahah l'allieva si applica, perché questo post è semplicemente delizioso.
    Mi piace andare a farmi tagliare i capelli, mi rilasso. Ma da quando non posso più andare dalla mia preferita vicino al maniero, soffro a farmeli tagliare dal tosaerba sotto casa: non conosce ancora i miei capelli e la differenza tra il corto e il taglio marines è molto sottile... Facile fare danno.
    E le scarpe, te le lascio indovinare ;0)

    RispondiElimina
  2. ciao, come stai? Non ti ho vista più dalle miei parti. :)

    RispondiElimina
  3. Quando vado da Ciro, el me' barbee, entro alle 9.00 ed esco alle 9.20, dopo aver sviscerato con dovizia di particolari la giornata calcistica in programma. Voi donne, dal parrucchiere ci vivete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IO no...
      Meno ci vado, meglio sto. :)

      Elimina
  4. ahhahahah... giuro... io a momenti facevo licenziare una che non ha fatto come volevo io.
    quando pago, voglio
    e se non mi dai ciò che voglio paghi te :)

    baci e buona serata allieva distratta ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, io tendo a subire. Basta che finisca presto...
      Buona serata a te ragazza :)

      Elimina
  5. Anche io vado un paio di volte l'anno. Parrucchiera lenta come un bradipo, ma almeno prende un appuntamento alla volta e mi evito la convivenza forzata con donnette ciarliere... Tra un po' me tocca, anche perché i primi fili bianchi chissà perché spuntano sempre in punti perfettamente visibili, mai sulla nuca o dietro le orecchie. :-/ Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle come noi, sono belle anche allo stato brado.
      ;)

      Elimina
  6. Corso di scrittura.. sta scrivendo ? Presti attenzione al tuo talento, o ci convivi distratta, come si convive con il topolino che ogni tanto sbuca con il pezzetto di formaggio in bocca?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Porto i pensieri a tracolla...
      :)

      Elimina
    2. .... :) e qualcuno ogni tanto finisce quì

      Elimina
  7. Quella frase l'ho sentita 1000 volte e mi indispettisce ancora, la tua attenzione era attratta da altro più interessante ecco la grande verità che la gente non accetta.
    Tu scarpe con tacco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stivali neri...ma che stivali! :)
      Scarpe col tacco solo nelle grandi occasioni...

      Elimina
  8. Che supplizio! ...perchè sfoltirli? Meglio non andarci mai, lunghi sono più facili da gestire e incorniciano il volto....mia cara acuta osservatrice di scarpe. :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che ad un certo punto sembro il cugino Itt (ho cercato, si scrive così...)
      :)

      Elimina
  9. "l'allieva(o) potrebbe far meglio, ma non si applica"
    Ecco..... la frase che mi ha perseguitato in tutta la mia carriera scolastica....
    La migliore fu la mia professoressa di tecnica bancaria: "mi fa incazzare suo figlio perchè non studia mai e riesce sempre a strappare quel sei stiracchiato...", l'adoravo.... :)
    Se il vestito non fa il monaco..... le scarpe "specialmente" per la donna, lo fanno ancora meno. O meglio è più facile che siano l'espressione di un "momento"...., discorso valido solo per le scarpe da uscita in "tiro".... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. boh, illustraci il tuo taglio di capelli!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      bahahahah
      ciaooo belli :*

      Elimina
    2. Boh @
      E' in assoluto la frase preferita dagli insegnanti! Io non l'ho mai pronunciata, e ne vado fierissima.
      Riguardo alle scarpe, se posso, c'è tiro e tiro. Anche in tenuta da assalto, ci si può distinguere ;)
      En Joy @
      Sai qualcosa che noi mortali ignoriamo, direi... :D

      Elimina
  10. "Ogni scarpa una camminata, ogni camminata una diversa concezione del mondo"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapevo di averla sentita, ma non ricordavo dove...
      Trovato! :)

      Elimina
  11. M'è toccato andare a vedere cos'era Sailor Moon e Sneakers, la prima non l'avevo mai vista, le seconde leodio e non le comprerò mai. Bianca è in gran forma, parla di continuo e intontisce vuolsentire le canzoncine al computer e se gliele nego mi mette il muso, preferisco che giochi e disegni. Da un giorno o l'altro mi incazzo davvero perchè mi stacca tutti i fiori, l'altro ieri mi ha staccato un anturium, l'ho perdonata perchè era il suo compleanno. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, di già! Il compleanno!
      Com'è che cresce così in fretta?
      Fai bene a preoccuoparti dei morosi, è un attimo... ;))

      Elimina
  12. T'hanno trovata impreparata? ahia... ^^

    Ihihih, sei divertentissima comunque, ciao! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu sei divertente, quando dedichi dei post ai tuoi delatori... :)))))
      Ciao Maurì!

      Elimina
  13. Avevo un professore all'università che prima di fare l'esame ti fissava maniacalmente le scarpe...era originale in effetti.

    Per quanto riguarda l'argomento tagli, bello sapere che c'è qualcuno che, come me, manda all'aria l'opera del maestro del parrucco di turno con una bella coda di cavallo :)

    Ciao Gioia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vero :)
      L'ho sempre fatto. La "piega", di suo, è una cosa che non mi appartiene.
      Corro a casa veloce, e rimedio ;)

      Elimina
  14. i cani finiscono per assomigliare ai padroni, o forse è il contrario?
    le scarpe brutte sono frutto di una convinzione, quelle belle scelgono te, invece.
    la copertina di un libro ti invoglia ad aprirlo.

    RispondiElimina