giovedì 9 maggio 2013

Volevo essere


Tu provi a fra quadrare le cose, ma loro non quadrano mai.
Come quelle tovaglie troppo corte, che tiri di qui e scopri di là.
A diciassette anni sapevo esattamente cosa non avrei mai fatto.
Una serie di veti e limiti e ingiuzioni, ai quali attenersi scrupolosamente. Mai varcare la soglia, stare nei confini. E tutto sarebbe stato facile.
Poi però. Ecco che basta niente.
Un'orata appena pescata, che ancora muove la coda. Pare ti guardi.
Un vecchio calzino giallo, in fondo all'armadio.
Un odore caldo di pane scuro, che ti fa voltare.
E sei altrove, in sogni che non sapevi, al di là della soglia.

15 commenti:

  1. Mai mettersi dei limiti, mai dire mai.
    Le cose più belle sono oltre la nostra zona di comfort.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Spesso le sicurezze sono solo alibi per non muoversi...

      Elimina
  2. le soglie son fatte per essere attraversate
    passare oltre non è il male
    il male è restarci se non si vuole
    fare quello che non vuoi è male,
    oltrepassare le soglie e star bene può essere piacevole.
    ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi. :)
      Mi sa che ne ho, di soglie...

      Elimina
  3. ==> SI SEDES NON IS <==

    questo motto palindromo l'ho letto su una soglia a Roma ... nella sua semplicità dice molto :)

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Grazie. Spero vada tutto bene...

      Elimina
  5. Limite è uguale quasi a statica.
    Oltre il limite è dinamica. Sorprendente.
    Non ti ho mai detto che apprezzo la scelta delle immagini, titolo più immagine magnetizzano. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sedanina. Mi piacciono le belle foto...

      Elimina
  6. Io,di anni,ne ho 46. E ancora non ho deciso che cosa vorrei essere. E' grave ? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. Perchè neppure io ho deciso :)

      Elimina
  7. credo di non aver capito il commento che hai lasciato da me... :(

    RispondiElimina
  8. Fischietterei un motivetto desueto pensando alle idee che sembrano andar via ma poi son sempre lì; raffazzonerei ragionamenti ma poi si infrangerebbero sui profumi; magari meriteremmo di più ma non siamo altro di ciò di cui siamo impastati.
    Emaniamo odore di buono e questo ci può salvare dai naufragi olfattivi e da altre catastrofi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naufragi olfattivi. Molto bello.
      Ci devo pensar su.
      Ciao Marco :)

      Elimina