martedì 16 ottobre 2012

Amore e scrittura

Ernest Hemingway era un ragazzo bellissimo e intenso.
Hadley Richardson era una donna semplice, senza pretese.
Lui aveva vent'anni, lei ventotto.
“Ti andrebbe di leggere qualcosa di mio? Non è ancora un racconto, giusto un abbozzo”.
Il dono delle proprie scritture, l'onore di riceverle, la gioia del leggerle e l'attesa delle parole che accompagneranno la restituzione.
Perchè ogni scritto dice di noi, è un po' di noi, che attraversa occhi, luoghi, espressioni.
E a noi vuole tornare.
Si amarono.

5 commenti:

  1. si potrebbe rileggere tutta la storia della letteratura sotto la cifra dell'amore tra l'uomo e la donna ...

    RispondiElimina
  2. Sì...questo è assolutamente vero.

    RispondiElimina
  3. Io ho conosciuto uno che mi aveva detto, ti andrebbe di leggere qualcosa di mio?, io lo presi come un onore, poi scoprii che aveva dato i suoi scritti ad altre cento, e lo biasimai in segreto. Poi lo conobbi meglio e scoprii che era l'uomo più normale dell'universo. Lasciai perdere. Lui mi disse che ero una stronza, io gli dissi che era un uomo facile. 'Fanculo ù_ù

    (Abbiamo trasmesso l'ultima puntata della "Breve novellistica amorosa moscatiana" ) :D

    RispondiElimina
  4. Guarda Nocetta, son ancora qui che me la rido...
    Ma almeno, scriveva qualcosa di interessante, nella sua facile normalità?

    RispondiElimina