lunedì 22 ottobre 2012

Epifanie


Quest'estate, al mercatino di Vicenza, ho raccattato alcuni volumi.
Libri per bambini e ragazzi, dalle illustrazioni pastellate e campestri.
Un euro al tomo.
Un euro? Ma pagherei cinque volte tanto ognuna di queste tavole!
Li acquisto.
Nella prima pagina di Incompreso campeggia:
Epifania 1957, tua nonna Rosina
Commozione. Epifania. Non lo dice più nessuno.

10 commenti:

  1. Io amo Piccole Donne, e sapessi quante lacrime ho versato su Incompreso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il film per la tv? Drammi e pianti a non finire!

      Elimina
  2. non si dice piu' epifania?? caspita sono vecchio...ps.: come si dice?
    L'alchimista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi amico! Buongiorno!! :))
      Purtroppo a scuola (e non solo!) passa l'orrendo termine "il giorno della Befana", che toglie tanta magia ad una parola così evocativa.

      Elimina
  3. Difatti, tornerò a caccia... :)

    RispondiElimina
  4. epifania= manifestazione della divinità in maniera visibile.
    pensa, esprimaimo il divino che c'e in noi con l'epifania,altro che giorno della befana!!!
    l'alchimista

    RispondiElimina
  5. Come ho amato questi libri!
    Poi quel tocco di passato, nello scritto di una nonna, non può non emozionare.
    Ciao Gioia:)
    Lara

    RispondiElimina
  6. Ciao Lara!!! Grazie di esser qui :)

    RispondiElimina