venerdì 21 giugno 2013

Regali e prozia

Ecco il regalo di fine anno.
Un artigiano ha realizzato le piastrelline, personalizzate, una per maestra.
Mi somiglia.
Ha i capelli castani e non biondi, ma indossa la collana colorata, come faccio io. E ha le tette.
Erano piuttosto tristi i bimbi, perchè la scuola chiude i battenti per qualche mese. E all'ultimo, prima che iniziasse la festa, avevano mille cose da concludere, o da iniziare. Mentre io dicevo godetevi questa ultima giornata, loro mi chiedevano maestra, posso iniziare un lavoro, perfavore?
Da non credere.






Stamattina ho accompagnato la nonna dalla prozia.
Tanti ricordi.
Di Natali passati, spumante dolce e cotechino.
Di corse lungo la collina, ciliegi e peschi che a me, bambina di città, parevano miracoli.
Il prozio bello come Clark Gable non c'è più, ma a sentire lei, sembra uscito un attimo nell'orto.
Acqua e menta in giardino, vecchie storie già sentite, sempre quelle. 
Ma sono le nostre. Radici e rami.
 

10 commenti:

  1. Il regalo di fine anno è una meraviglia. Non solo per le tette, ovviamente. :) Questo è uno di quei ricordi che io mi porterei dietro,fra le cose preziose, ogni giorno della mia vita.

    RispondiElimina
  2. Cazzarola che gnocca nel vetro, spalle dritte da postino
    (a chi le ha sguinciate gli scivola la borsa)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spalle da nuotatrice.
      Ecco, una delle (poche) cose, di cui vado fiera :)

      Elimina
  3. ...insomma, ti han fatto un monumento ;0)
    Sono ricordi da tenersi stretti al cuore.
    Daffo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra qualche decennio, un bel busto commemorativo :))

      Elimina
  4. della piastrella apprezziamo il pensiero
    il resto bello bello bello

    RispondiElimina
  5. Un pezzo unico!
    Bellissime anche le foto.. ;)

    RispondiElimina