domenica 2 giugno 2013

Sabato

Pareva finto, il sole di stamattina.
Invece era vero, e scaldava le braccia.
Abbiamo camminato e parlato fra i campi, io, lei e la sua pancia, sempre più tonda.
Poi, mi sono comperata un paio di sandali. Come sono belli, di corda e sabbia. Con un tacco sottile e l'aria leggera.
A casa li ho provati, sgranocchiando patatine al pepe.
Uno zapping preprandiale, qualche pagina di libro.
E il piacere, stasera, di ritrovare una cugina che avevo perso, di cui non sapevo nulla e che nulla sapeva di me. Ricucire assieme ricordi, di fiori raccolti, di racconti notturni, nello stesso buio, nello stesso letto.
Sabato. Un dolce sabato.

16 commenti: