sabato 22 giugno 2013

Stare al mondo

L'altra sera si scherzava, fra donne. Parlando di uomini.
Una a dire che lei, se lui non è almeno carino, proprio non ce la fa.
L'altra a sostenere che l'aspetto conta
poco, quando scende in campo la simpatia. 
La terza categorica: pesa solo il cervello. Un bel pensare scalda cuore e viscere.
Oggi ci riflettevo.
Al di là del fatto che l'attrazione è pura alchimia, ed esce dal già scritto, detto o supposto, mi sono resa conto che per me, conta un certo modo di stare. La sicurezza del passo, una gestualità viva, ma composta, uno sguardo che vede oltre e trattiene, un elquio senza sbavature nè eccessi.
Un amico mi diceva che coglie mondi, quando osserva le persone in cammino. Dimmi come ti muovi, e ti dirò cosa porti con te. 
Se il gobbo di Notre Dame avesse un bel modo di stare al mondo, io me lo bacerei.

10 commenti:

  1. Si, guardando un corpo che si muove, si capisce se qualcuno si sente bene nella propria pelle... i tipi sicuri di sé hanno indubbiamente fascino ;0)
    Daffo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma spesso sono anche i più testa di cazzo

      Elimina
  2. ahahah non sto parlando degli sbruffoni.
    Ci sono anche quelli che traggono la loro sicurezza da un pacato equilibrio interno. Sicuri di sé senza doverlo dimostrare.

    RispondiElimina
  3. Eh...temo abbiate ragione entrambi... :)

    RispondiElimina
  4. Grazie ! Con questo post hai riabilitato un'intera categoria :)

    RispondiElimina
  5. Probabilmente è l'argomento più "vario" che ci sia questo, visto che davvero, ognuno la vede in un modo, ognuno è fatto in un modo e ognuno cerca qualcosa di diverso, magari ciò che sarebbe ideale per qualcuno di noi è quasi invisibile ad altri, e viceversa. Alla fine insomma ho maturato la convinzione che conti soprattutto "trovarsi", quella si che è la cosa più complessa, poi il resto nel caso verrà da se ;)

    Ciao, buona domenica a te e a tutti quelli che passano di qui :)

    RispondiElimina
  6. Purtroppo dal mio ritorno sulla terra ho trovato prevalentemente tipo 1.

    RispondiElimina