lunedì 2 settembre 2013

L'attesa


Programmazione a scuola.
Certo che varcare il cancello verde, mi emoziona sempre.
Negli ultimi cinque, intensi anni della mia vita, sono passata di qui ogni mattina. Forse la trasformazione, il mutamento, uno sguardo nuovo sulle cose, hanno radici in questo cortile di sassi, alla base di questi muri rossi.
Ogni mattina scendere dall'auto, scaricare la tracolla, i libri, i quaderni. Presentare la mia faccia ai bambini, lì schierati. Più bionda, meno bionda, con le occhiaie, senza, col sorriso, con la felpa, con un vestitino frufru che pare ti faccia allegria. Stanca, creativa, energica, un po' morbida, troppo magra, troppo confusa, in lacrime, spenta, viva. 
Oggi ho ritrovato quel mio salire al piano di sopra, due scalini per volta, la testa mai vuota o leggera. Ho ripensato i pensieri pensati. Scuri, senza fondo, senza luce. Un cellulare bianco a dettare i tempi e il sentire. E' il momento di sorridere, adesso. Ora devi aspettare. Ora puoi tormentarti, coraggio. Tra poco forse potrai piangere.
Sì, oggi sono salita per spazzolarmi i capelli in bagno. Gli scalini due a due, il cuore in corsa. Sono salita e ho guardato giù, dalle lunghe finestre. L'attesa lieve, come un pacchetto rosso da scartare, o un dolce da infornare e annusare. L'attesa che si fa sostanza, carne, che riempie mani e bocca.

16 commenti:

  1. Che ricordi il ritorno a scuola! E tu attraverso il tuo lavoro non li perderai mai, credo sia una sensazione speciale ;) penso poi che avere una maestra come te sia una fortuna per quei bimbi :) e se poi non pensi a piangere e alle cose negative che devi tenere ben lontane da te perché non ti servono a nulla né poi portano nulla di positivo, credo sarebbe il massimo. Che dici, vuoi provarci? Noi ti mandiamo tutto il nostro supporto!

    Ciao ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non piango più!!! Questa è la notizia del nuovo anno... :)
      E lo sento il supporto, eccome se lo sento.

      Elimina
  2. la maestra di "scuola elementare" i bambini se la ricorderanno sempre ed è una fortuna per i tuoi alunni che ci sia tu accanto a loro. Non ti conosco personalmente , mi smbri una persona in gamba ..assomigli ad una amica ..anche lei come te insegna ed è una persona fantastica: ha a cuore i bambini è creativa entusiasta e credimi non è poco. Ne ho conosciuto di maestre(avendo più figli) e ti assicuro che è una delle figure più importanti per un bambino. Buon martedì e in bocca al lupo per il rientro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace il mio lavoro...il segreto è tutto lì :)
      Grazie! Un abbraccio

      Elimina
  3. Ho letto: sei viva, a scuola e fuori.

    RispondiElimina
  4. Andrà tutto bene :0) auguri per il nuovo anno teacher!

    RispondiElimina
  5. Ho sempre pensato che il nuovo anno cominciasse con il primo di gennaio :-(, anche se non sono mai stato legato agli standard e alle convenzioni.... l'idea che il nuovo anno possa ricominciare ogni nuovo giorno mi piace, ogni volta che facciamo i gradini di corsa, ogni volta che un verde lo vediamo piu' verde del solito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi...benvenuto!!! :)
      Dal tuo avatar arrivo a Google +, ma non al tuo blog!!
      Me lo linki per favore? :)

      Elimina
  6. Anche la mia teacher è di programmazione ;)

    Settembre mi metteva tristezza perché mia madre riprendeva ad andare a scuola da subito ed io non potevo più godermi le mattinate in Giro con lei :(

    Bacino alla maestrina, stasera ti scrivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bimba, ti ho letta, ma stasera il pc dà i numeri...
      Ti rispondo domani, con tutta una serie di interrogativi.
      A raffica :)

      Elimina
  7. Sarà un anno eccezionale, me lo sento. In bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazza!!!! Anche a te... :)

      Elimina