giovedì 28 marzo 2013

Si va

Fino a quando non verrai tu
io resterò sulla sponda
dei voli, dei sogni,
delle stelle, immobile.
Perché so che dove sono stato
non portano né ali, né ruote, né vele.
Esse vagano smarrite.
Perché so che dove sono stato con te
si va solo con te, attraverso te.
(P. Salinas)

Ho guidato senza sentire stanchezza.
Piove.
Paola e Gian hanno preparato la carne morbida e lo sformato di patate. Alle sei, abbiamo deciso che si poteva allestire una merenda-cena. Bello senza orari, tempi.
Riposare, ascoltare, guardare un po' nella vita degli altri.
Domani piccola escursione e bagna cauda.
Speriamo nella notte buona, nel sole, in un risveglio di piccoli, vaghi pensieri.


7 commenti:

  1. bella, finestra primo '900. originale, lunga, elegante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia...quella della camera in cui dormirò...
      Bella, vero?

      Elimina
  2. Vedere panorami diversi e sentirsi lo stesso a casa.
    Ci vuole ogni tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao...
      Riposa i pensieri anche tu.

      Elimina
  3. Giornate spassose e pensieri leggeri..buona escursione!

    RispondiElimina