martedì 22 gennaio 2013

Soprese

Chissà perchè spesso, al supermercato raccoglievo storie.
Ultimamente no, perchè delegavo, o ci entravo in tutta fretta, testa bassa e obiettivi chiari. Le luci al neon, gli anziani soli, la stanchezza sui volti. No, non reggevo.
Quindi svelta ed efficace.
Oggi però c'era un'amica a cena, il frigo era vuoto, e mi dispiaceva ordinare una pizza.
Una pasta alla Norma, penso. Sì, posso farla.
Melanzane, pomodori. Al posto della ricotta salata, la mozzarella di bufala. Tutto nel cestino rosso e avanti, senza passare dal via. Finito.
La cassiera è una donna appesantita, provata, scolorita. Passa i prodotti senza alzare gli occhi.
Ma ecco che un cliente, un bel signore baffuto dagli occhi vispi, le fa una battuta carina. Sul fatto che di corteggiatori, ne avrebbe a iosa, fra i frequentatori di questo Despar.
E lei si apre in un sorriso talmente bello e luminoso, che mai avrei immaginato.
Allora mi dico che la bellezza è lì, dove non la vedi.


9 commenti:

  1. e forse c'è speranza per l'universo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì. Oggi lo penso anch'io. Oggi. Domani non so. :)

      Elimina
  2. Sono i piccoli gesti che fanno la differenza. Probabilmente la cassiera con quella battuta si è vista riconosciuta... ed è molto, nell'indifferenza dei più che passano alla cassa senza manco notare che dall'altra parte c'è una persona e non un robot che passa i prodotti per tippare il prezzo.Un parola gentile, un sorriso,... basta poco :0)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essere riconosciuti. Bello, mi piace.

      Elimina
  3. Il fatto è, che di sorrisi gratuiti, in giro, ce ne sono pochini... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero. Ma quelli gratis, quando arrivano...

      Elimina
  4. mi fa pensare ad una poesia di borges, a tutti quegli uonini, che, ignorandosi, stanno salvando il mondo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho trovata! Splendida.

      Un uomo che coltiva il suo giardino, come voleva Voltaire.
      Chi è contento che sulla terra esista la musica.
      Chi scopre con piacere una etimologia.
      Due impiegati che in un caffè del Sud giocano in silenzio agli scacchi.
      Il ceramista che intuisce un colore e una forma.
      Il tipografo che compone bene questa pagina che forse non gli piace.
      Una donna e un uomo che leggono le terzine finali di un certo canto.
      Chi accarezza un animale addormentato.
      Chi giustifica o vuole giustificare un male che gli hanno fatto.
      Chi è contento che sulla terra ci sia Stevenson.
      Chi preferisce che abbiano ragione gli altri.
      Tali persone, che si ignorano, stanno salvando il mondo.

      Elimina
  5. http://www.youtube.com/watch?v=m6c0k0yc-oA

    RispondiElimina