martedì 20 novembre 2012

Genere

Due chiacchiere con Matteo, 3 anni. Pronuncia la effe al posto della esse. La zeta al posto della ci. Dimentica la erre.
"Maestra io non posso essere una femmina".
"Perchè?"
"Perchè nei pantaloni c'ho la superficie".
"Cos'è la superficie?"
Lui serio, si infila le mani nei pantalloni di velluto.
"Ecco, è questa carne che tocco qui, la superficie".

9 commenti:

  1. Ciao, dunque inutile sottilizzare intorno al significato di superficie e veniamo invece al punto. Il punto, appunto, è che 'sto treenne di Matteo è da tenere d'occhio. Assai!
    Affettuosità Luca ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tu lo vedessi...un concentrato di filosofia. :))

      Elimina
  2. Risposte
    1. Mi chiedo ancora come gli sia venuto in mente... ;))

      Elimina
  3. ahahahhahahaha che mitooooo!!del resto come c'è l'append...ice..c'è la superf....ice!!
    ma è il gesto che è inquietante...perchè ovviamente riproponendolo sicuramente da terzi......

    RispondiElimina
  4. e' un creativo...potrebbe essere farina del suo sacco :)

    RispondiElimina