lunedì 26 novembre 2012

Amori complessi


Caro Moreno,
questa sera novembrina e fresca, mi porta l'odore di casa tua. Un misto di cavolfiore e cera spray, di appretto e fogli di quaderno. 
Vite diverse, le nostre. La tua mamma faceva la casalinga, la mia infilava perle. Il tuo papà timbrava il cartellino, il mio si occupava di moti terrestri. Io non portavo la merenda a scuola (mi comperavo le patatine strada facendo), tu estarevi dalla stagnola lucente favolosi panini con l'ossocollo.
Quanta invidia. Quanto avrei desiderato una mamma imbellettata e col grambiule, come la tua. Rassicurante, come la pubblicità dell'ammorbidente.
Tu mi amavi, lo so. Perchè costruivo mondi. Il forno volante, le infinite storie d'amore al Saloon (ti ricordi, come ti insegnavo a strizzare l'occhio alla bionda svampita, che peraltro ero io stessa?), i cugini invisibili, che vedevo solo io, ma dei quali ti riferivo i messaggi in codice.
Posso ben capire, che incontrando mia madre presso la banca in cui lavori, qualche anno fa, tu abbia dichiarato con un sospiro "Gioia...non l'ho mai dimenticata".
Ti sfido io.

11 commenti:

  1. In un Martedì appena sorto
    m'imbatto in una dichiarazione d'amore postumo
    che l'interessato non conoscerà mai
    e non sarà colpito dal dardo di cupido
    Che peccato!
    Una dichiarazione d'amore che non arriva
    è una freccia tirata contro il vento
    che gira per sempre nell'aria
    e non entrerà mai in una asettica banca.
    Che paccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potrei mai dichiarare il mio amore a Moreno...ìerchè il Moreno dei miei ricordi aveva il moccio, costantemente :))

      Elimina
  2. eh certo che un bancario di questi tempi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Non avevo consiederato questo aspetto...

      Elimina
  3. Ma pensa che dea misteriosa ed immensa abita in te, una dea che ti faceva creare mondi e messaggi in codice e che continua a farteli creare attraverso le storie che scrivi...chissà che volto le daresti e chissà cosa ha ancora in serbo per te.
    L'alchimista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, se tu fossi un amico virtuale, la mia (attuale) scarsa autostima mi sussurrerebbe melliflua "dice così, perchè non ti conosce"...
      Invece sei un amico vero. E mi conosci. :)
      Grazie, uomo dalle mille risorse :)))

      Elimina
  4. Elena, Luisa, Liana... Franca. Tutti i miei amori non dichiarati alle medie! :)
    Vi guardavo di sghimbescio, durante le lezioni, in uno specchietto rubato a mia madre. Come sarà stata la vita con voi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi, ragazze...siete in ascolto???? Mario vi amava!!!
      :))

      Elimina
  5. Chissà se la apprezzerebbe il bancario... ;))

    RispondiElimina