sabato 29 dicembre 2012

Campagna silente


Tour in bicicletta negli anni '50.
Qui, in queste terre al confine fra l'Italia e la Slovenia, il tempo si è fermato, e tutto pare respirare lento.
Due aironi bianchi nel ruscello, un piccolo rapace sorvola il boschetto. Profumi di cibo, pane e cipolla. E a me la cipolla non va proprio giù, ma la corsa mi ha messo appetito e adesso mangerei volentieri anche quella.
Sotto il paese arroccato, i campi, i vigneti.
Fra le zolle, tutto tace.
Però mi piace pensare che questo silenzio sia preludio di un grande risveglio. Il più bello. Il più luminoso mai visto.

6 commenti:

  1. che inguaribile ottimista :)

    RispondiElimina
  2. Mi alleno, diciamo. Mi alleno ad esserlo... :)

    RispondiElimina
  3. è bello pensarlo in effetti.. ma è più bello ancora se non lo pensi più e accade

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se smetto di pensarlo mi scappa dalle mani...

      Elimina
  4. NSU prinz 4L
    Ancora esiste!!!
    Notte Gioia

    RispondiElimina