giovedì 30 agosto 2012

Piccole gioie

Ieri ho pensato a me.
Una pennichella, nel pomeriggio. Quanto mi piace. Quando abbassi le persiane, e lasci la stanza nella penombra. Lenzuola bianche e fresche. Fuori, i piccoli rumori dell'estate.
Più tardi lettura, doccia, capelli.
Un po' di lavoro, quel che basta. Il resto è qui, da sbrigare, che occhieggia.
Quattro passi, uno sguardo alle vetrine che cambiano i colori, la curiosità di sentire le consistenze: lane morbide, panni caldi, jersey colorati. Ma fa caldo.
Allora noto un vestitino, tanto romantico quanto originale. Una spalla col volant, l'altra scoperta. Una fantasia piccola e discreta su fondo blu.
Cinque euro. Cinque euro? E' possibile?
E' possibile. Pago ed esco col mio sacchetto che oscilla allegro.
Poi, pizza con Dani. 
Abbiamo riso molto, ne avevo proprio bisogno.


6 commenti:

  1. Questi sono davvero i piacerini che rendono speciali le nostre giornate :-)

    RispondiElimina
  2. Le amiche poi...che grande invenzione! ;)

    RispondiElimina
  3. Ottimo acquisto! E spero di riuscire a commentare, vediamo un po'...

    RispondiElimina
  4. Brava Mari! Sempre più tecnologica...
    Mi manchi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu. In primavera ci vediamo di sicuro eh!

      Elimina